WebDesigner vs WebMaster: le differenze tra le professioni del Web

Troppo spesso si sottovaluta quanto e quale lavoro ci sia dietro la realizzazione di un sito web. Un sito amatoriale può essere creato facilmente da chiunque con pochi click sul web sfruttando qualche servizio gratuito ma se si ha bisogno di avere un sito professionale, visibile e a norma di legge è necessario rivolgersi ad un professionista.

Questa figura viene spesso identificata con il nome di WebMaster. Se il progetto non è troppo complesso e il professionista ha un dna versatile, oltre che molta esperienza, può lavorare al sito web in autonomia in ogni sua fase, altrimenti dovrà essere affiancato da altre figure specializzate come ad esempio il WebDesigner. Visto che in oltre 10 anni di attività mi è stato chiesto molte volte quale fosse il mio lavoro (mi sento WebMaster) e se fosse facile creare un sito, ho pensato di mettere a confronto le varie competenze necessarie per realizzarne uno e quali sono le fasi sommarie in cui viene sviluppato un progetto.

webmaster-web-designer

Tra le prime fasi nella creazione di un sito c’è sicuramente la scelta del nome a dominio e del server su cui ospitarlo. Il WebMaster professionista deve saper consigliare l’url più adatto per il progetto e il giusto spazio web per consentire al sito di funzionare al meglio senza intoppi. Fatto questo si può iniziare a sviluppare una bozza con la struttura che dovrà avere il progetto.

Un sito di successo deve avere il giusto design. Qui entra in gioco il WebDesigner che deve essere in grado di realizzare un layout in linea con gli obiettivi fissati dal cliente. nonché con quelle degli standard del World Wide Web. Il tutto tenendo sempre a mente quello che si vuole comunicare all’utente finale durante la realizzazione del progetto. Se una volta si navigava solo sul PC, oggi gli Smartphone e i Tablet sono utilizzati su larga scala per accedere ad internet, quindi è necessario progettare l’aspetto grafico anche in funzione dei principali device in commercio. Il WebDesigner spesso si occupa anche di tradurre la bozza grafica in codice HTML e CSS rispettando le principali norme di usabilità e accessibilità. In caso di necessità provvederà anche a creare loghi e immagini su misura.

Parallelamente alla realizzazione grafica del sito è necessario il suo sviluppo tecnico. Il WebDeveloper ha le conoscenze tecniche più approfondite e si occupa della programmazione di tutte le funzioni del sito sfruttando i vari linguaggi e tecnologie come ad esempio PHP e MYSQL. Si occupa esclusivamente di scrivere il codice sorgente del sito e di ottimizzare il database in cui vengono memorizzati i dati.

A seconda della dimensione del progetto e dalle informazioni inviate dal cliente, può essere necessario l’intervento di un Content Manager. I contenuti scritti all’intero di un sito sono fondamentali per il raggiungimento dell’obiettivo. Questa figura può occuparsi della produzione degli argomenti da trattare oppure, in progetti come Blog, può essere elevato a responsabile dei contenuti distribuiti all’interno del sito web.

E’ piacevole avere un bel sito ma sarebbe davvero sgradevole sapere che non sia visitato da nessuno. Il SEO (Search Engine Optimization) si occupa di posizionare il sito al meglio nei motori di ricerca in modo tale da intercettare il maggior numero di visitatori interessati al tema trattato. Realizza analisi e studia i competitor. Il suo operato è molto vasto e spesso è indispensabile la coordinazione con il WebDeveloper e il Content Manager. Il SEO può svolgere anche il ruolo di esperto di Web Marketing, figura che si occupa di promuovere il sito web online attraverso la gestione di attività pubblicitarie tramite varie strategie di marketing convenzionali o virali.

I progetti web più complessi e visibili necessitano anche di un Responsabile per la sicurezza. Questa figura deve assicurarsi di adottare misure efficaci per prevenire e/o risolvere attacchi informatici che possano danneggiare il sito web.

Infine non bisogna dimenticare il ruolo del Sistemista, meglio conosciuto come Amministratore di sistema. Si occupa di gestire il server in cui sono ospitati i file, tenendo sotto controllo la rete, l’hardware e il software necessario per rendere sempre online e accessibile il sito web ai visitatori. Nel 99% dei casi questo ruolo non è necessario poiché viene servito dal gestore hosting da cui si acquista lo spazio web.

Ah dimenticavo, spesso può essere utile una consulenza di un Legale. Ci sono leggi che impongono obblighi da parte dei gestori di alcuni siti web come ad esempio l’obbligo di inserire la p.iva in un sito aziendale oppure l’obbligo di fornire all’utente l’informativa privacy e cookie durante la loro visita. Se il sito non è in regola si possono rischiare multe salatissime.

Riassumendo, per realizzare un sito web professionale di successo sono necessarie molte competenze. Il Webmaster deve essere in grado di pianificare una strategia vincente, architettare una struttura funzionale, curare il design, usare bene i linguaggi di programmazione per creare un codice efficace, renderlo compatibile con tutti i dispositivi Desktop e Mobile, ottimizzare per i motori di ricerca, farlo veloce, sicuro, a norma di legge, aggiornato e con contenuti di qualità. Questa è l’anima del WebMaster.

Leave a Reply

Powered by ioUPPO.